Monday, January 7, 2013

Un museo segreto



Il museo Ennery si trova al 59 Avenue Foch, una elegante avenue in zona Arco di trionfo.




Si tratta di una collezione di "cineserie" tipica del gusto per l'Estremo Oriente dell'ultimo terzo del XIX secolo. E ospitata nel signorile palazzetto dei coniugi Ennery, che conserva la struttura e la decorazione dell'epoca.



La collezione apparteneva a Clemence Ennery, moglie dello scrittore (ormai dimenticato ma a suo tempo assai famoso) Adolphe Philippe d’Ennery (1811-1899).
L'estrosa dama collezionava inizialmente solo "mostri": draghi e leoni, visibili nella prima stanza del museo. In seguito, "netsuke" e pezzi di differente natura, acquistati dai grandi importatori e collezionisti di arte asiatica dell'epoca, T. Hayashi, S. Bing, C. Langweill, A. Sichel, i fratelli Pohl, ma anche nei grandi magazzini  La Porte chinoise o Le Bon MarchĂ©.  Delle circa 6.300 opere che compongono la collezione al momento della donazione allo Stato, piĂą della metĂ  è stato acquisito tra il 1890 e il 1898, quando appunto Clemence Ennery decide di creare un museo che diventerĂ  pubblico alla sua morte.


L'accesso al "museo segreto" è consentito solo su prenotazione presso il museo Guimet, dal quale dipende. La visita guidata, estremamente interessante, è solo in francese.

E' proibito fare foto.

(Tratto da http://www.guimet.fr/fr/musee-dennery/histoire-du-musee-dennery e dalle informazioni raccolte durante la visita guidata).